venerdì 24 febbraio 2012

Carciofi sott'acqua

Ciao a tutti!
oggi condivido con voi una mia ricetta con i carciofi, o meglio un metodo di conservazione di questa buonissima verdura di stagione.
Questo è il periodo di piena dei carciofi che adesso vengono venduti a fasci e non a unità. Ma una famiglia normale cosa se ne fa di 25 carciofi? Li conserva sott'acqua! Si possono tranquillamente utilizzare in tutti i modi in cui vengono usati quelli sott'olio.
Si tratta di un metodo di conservazione più leggero e più veloce di quello sott'olio. Tra l'altro secondo me il sapore sei carciofi resta più intenso perchè col tempo il sapore dell'olio extravergine d'oliva tende un pò a coprirlo. E, da non sottovalutare, in tempi di restrettezze  è anche più economico!Ovviamente la rottura sta nel dover pulire tutti i carciofi!



Ingredienti per 5-6 barattoli:
un fascio di carciofi (25)
1 l di acqua
1/2 l di aceto bianco
100 gr di sale
tanta buona volontà per sbucciare i carciofi!

Procedimento:
Premessa: la quantità di salamoia varia in base a come i carciofi sono sistemati nei barattoli: più sono stretti meno ce ne vuole, più sono larghi più ce ne vuole. Quindi regolatevi voi (per come li faccio io la quantità è perfetta), l'importante è che rispettate le proporzioni degli ingredienti: il sale e l'aceto servono per conservare quindi non mettetene di meno di quanto indicato!
Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne più dure, le punte delle foglie (circa metà) e la barbetta. Potete vedere come si puliscono i carciofi cliccando qui, nel blog di gnam gnam dove troverete ricette buonissime e molto ben spiegate.
Dopo averli puliti metteteli in una bacinella piena di acqua e succo di limone così non diventeranno neri.



In una pentola o in una bacinella mettete un litro di acqua, mezzo litro di aceto bianco e 100 gr di sale. Mescolate in modo tale che il sale si sciolga per bene.
Mettete i carciofi tagliati della dimensione che preferite dentro i barattoli e ricopriteli interamente con il liquido. Chiudete molto bene i barattoli.



A questo punto sterilizziamo i barattoli. Riempite una capiente pentola di acqua e metteteci dentro i barattoli di carciofi. Accendete il fuoco e, dal momento dell'ebollizione, contate 10 minuti.



Spegnete la fiamma e lasciate nella pentola per qualche minuto. Poi estraeteli e fateli raffreddare. Se qualcuno non dovesse risultare sigillato fatelo raffreddare capovolto: non so per quale motivo ma il barattolo si sigilla e non fa più clic clac!
Aspettate 1 o 2 giorni prima di assaggiarli perchè devono "riposare" come dice mia nonna, cioè si devono un pò insaporire amalgamando tutti gli ingredienti. Ecco il nostro barattolino di carciofi sott'acqua!



Buon appetito!!!

6 commenti:

  1. ma che buoni!! e che bella idea quella di non dover usare l'olio!! penso proprio che proverò a farli. Seguirò il tuo blog. Ciao marina

    RispondiElimina
  2. Grande idea e Ricetta Siliana della Nonna
    Abbracci Luigi

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. non sono crudi il sale e l'aceto li rendono più cotti e giusti non sfatti e sono deliziosi . Io li ho mangiati stasera conditi con prezzemolo aglio olio e peperoncino . Una delizia!

      Elimina
  4. ciao Claudia, si preparano crudi ma poi si cuociono durante la sterilizzazione. Provane solo un barattolino e fammi sapere! sono ideali per condire insalate

    RispondiElimina